Il percorso strumentale

Intrapreso lo studio del violino in giovanissima età con il Maestro Massimo Marin, si avvicina allo studio della chitarra classica durante la maturità con il maestro Ignazio Viola, per diplomarsi in seguito a pieni voti al Conservatorio di Alessandria sotto la guida del Maestro G.Margaria.
Lo stesso anno viene ammesso al Conservatorio di Losanna nella classe professionale di Dagoberto Linhares con il quale si perfeziona per tre anni ottenendo nel 2004 il Diploma di Concerto. Parallelamente, segue in qualità di allievo effettivo i corsi internazionali di perfezionamento con B.Davezac a Versailles, con M.Gangi a S.Benedetto del Tronto, con S.Grondona a S.Mauro torinese e con Guido Margaria a Bergolo.


Interessato alla letteratura ed alla prassi esecutiva degli strumenti a pizzico barocco-rinascimentali (Liuto, Arciliuto e Tiorba) partecipa nel 1995 al corso tenuto da A.Damiani al XXVII festival internazionale di musica e danze antiche ad Urbino.

 

Tra il 1997 ed il 2001 partecipa a numerosi concorsi nazionali ed internazionali ottenendo vari riconoscimenti tra i quali il I premio al “ Concorso Internazionale di esecuzione musicale Johannes Brahms”, il I premio al concorso “Città di Rivoli”, il II premio al “Concorso di esecuzione musicale A.GI.MUS.” di Varenna, il III premio al concorso “Giulio Rospigliosi”.


Tra il 1997 ed il 2007 ha svolto un’intensa attività concertistica che l’ha portato a prodursi, come solista ed in formazione da camera, per diversi festival in numerose città italiane ed europee : in Francia a Versailles per la “Fondation de Coubertin” e in Normandia per il “Festival de L’Orne”, in Portogallo per la “Fundacao Casa Mateus”, in Italia ed in Svizzera in numerose città per diverse rassegne.
Attualmente ha ridotto i propri impegni strumentali per dedicarsi prevalentemente all’attività ed alla professione di Compositore.

 

La formazione e l'attività di Compositore

Matteo Riparbelli si avvicina allo studio dell’armonia inizialmente a Torino con il maestro Giovanni Sartorio, in seguito al Conservatorio di Alessandria con i Maestri Giovanni Gioanola ed Andrea Basevi.
Tra il 2001 ed il 2005 studia composizione ed orchestrazione al conservatorio di Losanna con il con il Maestro William Blank e tra il 2005 ed il 2008 con il Compositore Ivan Fedele al Conservatorio di Strasburgo, dove otterrà il diploma di composizione con "Mention".
Nell’estate del 2004 partecipa a Kurten, in Germania, ai seminari di composizione tenuti dal Compositore Karlheinz Stockhausen e nel 2007 partecipa al corso di composizione per musica di Film tenuto dal premio Oscar Luis Bacalov all’accademia chigiana di Siena dove ottiene nel 2008 il diploma di merito e nel 2009 il prestigioso diploma d'onore.

Interessato alla direzione d’orchestra partecipa al corso tenuto dal direttore B.E.Ferraris a Bergolo nel 1999.


Ha vinto il I Premio al Concorso Internazionale di Composozione "Carlo Rustichelli" ed il Terzo premio al Concorso Internazionale di Composizione "Mario Nascimbene".
Nel 2010 ha ottenuto una menzione speciale con il pezzo “Flussi” durante la finale del "Concorso Internazionale di Composizione Goffredo Petrassi"; la giuria era presieduta da Ennio Morricone.
Le sue composizioni cinematografiche sono state programmate in diversi Festivals ed anche alla TSR, su France3 e su Espace 2.
La sua attività professionale di compositore inizia nel 1998, anno nel quale scrive le prime musiche per il regista teatrale Carlo Roncaglia
Le sue composizioni sono state in seguito interpretate da numerosi ensembles sopratutto in Svizzera, in Italia, in Francia ed in Germania.


Tra le sue creazioni, “P” è stata diretta da Armand Angster presso la Cité de la Musique et de la Danse de Strasbourg; «Le Réveil d’Orphée» è stato realizzato sotto la direzione di William Blank dall’orchestra del Conservatorio di Losanna, “Scherzo Dodecafonico” (2005, composizione pedagogica per tre percussionisti) creata su invito della Compositrice Kaija Saariaho per il festival di musica contemporanea « Musica » di Strasburgo, eseguita all’Auditorium France 3 e pubblicata dalle edizioni musicali del Conservatorio di Strasburgo; “Cavalier prend Rhinocèros” (2003-07 Opera Teatrale-Musicale su libretto dell’autore per tre attori, cinque musicisti e dispositivo elettronico), realizzata a Losanna nel 2003 da Alain Louafi nella Grande Salle del Conservatorio e nell’estate dello stesso anno da Carlo Roncaglia alla Salle Paderewsky, e nel 2007 dalla Compagnie de la Grotte all’Espace culturel des Terreaux.

 

Nel 2010 ha ricevuto una commissione da  Société des Amis de la Musique de Lausanne per scrivere une pezzo per insieme di strumenti a fiato, Le Orme del Vento, che è stata interpretata in Svizzera e in Francia dall’Ensemble Orchestral de Lausanne EOL.

Nello stesso anno, la SUISA gli ha commissionato un pezzo per fagotto e tromba ed ha ricevuto, sempre nel 2010, vincendo il concorso della SSA ottiene una borsa per la composizione del suo progetto d’Opera “La Caverna”
Il suo quintetto di fiati "Méditations sur trois espaces" è stato creato durante la stagione 2012 de la SMC dall’ensemble EOL diretto da Pierre Lanfrey.

 

Ha anche ricevuto commissioni dall’ensmble CHAU, la Compagnie Rue du Nord, dal Lausanne Guitars trio, dalla violoncellista Karolina Öhman, dall’arpista Sara Terzano, dalla  fondation des amis du Château d’Andlau e nel 2014 ha ricevuto la commissione di un pezzo per coro ed orchestra dall’Institut "Le Rosey" che ha visto la luce nella prestigiosa "Carnal Hall" di Rolle.

Il suo progetto "7 pièces et demi au cœur de Lausanne”, in collaborazione con il sound designer Simone Conforti, è stato realizzato nel 2015 a Losanna nel nuovo spazio culturale "Chauderon 18".
“Lete” per grande ensemble, commissionato dal Lemanic Modern Ensemble, è stato eseguito alla Biennale Musica di Venezia 2015 ed anche programmato al Festival Amadeus di Ginevra.

Nel novembre 2015 “Swetawa’s Tear”, pezzo neo-classico per orchestra sinfonica e commissionato dall’nstitut de Ribaupierre, è stato interpretato dall’Orchestra de Ribaupierre nella Salle Paderewsky di Losanna ed nella Salle du Castillo di Vevey durante la celebrazione del centenario dell’Orchestra.

 

Ha Collaborato con numerosi direttori d’orchestra come William Blank, Luis Bacalov, Juan David Molano, Benedetto Montebello, Armand Angster et Pierre Lanfrey.

Il suo lavoro di composizione e di creazione è stato sostenuto da importanti associazioni legate alla cultura tra le quali la  la Binding Stiftung, la Ernst Göhner Stiftung, la SUISA, la SSA, la Fondation Henneberger-Mercier, la Loterie Romande e la BCV.

 

E’ Direttore artistico della  Compagnie de la Grotte che riunisce giovani artisti formatisi presso il Conservatorio di Losanna (HEMU)

Prima di consacrarsi unicamente alla musica, ha studiato architettura al Politecnico di Torino e filosofia all’Università di Torino.

 


links

> French